Complottisti

NWO: Cancellare la memoria, la storia e il passato. Ecco il progetto dei TERRORISTI GOVERNATIVI OCCIDENTALI!

loading...

Provo sincero sconcerto per la gravissima decisione del governo polacco, di distruggere più di 200 monumenti legati alla liberazione dal nazifascismo della Polonia, liberazione arrivata 73 anni fa grazie al sacrificio di 28 milioni di soldati sovietici, nessun altro Paese ha dovuto pagare a tanto caro prezzo la vittoria sulla barbarie nazista e a loro principalmente dobbiamo gratitudine per non vivere oggi sotto una svastica.
Il governo polacco ha infatti iniziato l’abbattimento dei mausolei e dei monumenti legati all’epoca sovietica in spregio di ogni accordo e trattato internazionale che ne vincolano la presenza e tutela, in particolar mordo ha distrutto il mausoleo al milite ignoto dell’Armata Rossa a Trzcianka, che vedete in foto.
La reazione russa è stata immediata e giusta, è un atto gravissimo mai accaduto in Europa se non vogliamo tornare ai roghi dei libri ordinati da Hitler.
Quello polacco non è solo un reato contro il diritto internazionale, è soprattutto un crimine contro la storia.
La furia quasi iconoclasta polacca ricorda da vicino il medesimo comportamento tenuto da talebani o miliziani del califfato, desiderosi di cancellare ogni traccia della storia a loro non gradita.
Scene simili sono state osservate di recente anche negli Stati Uniti, e mi chiedo a che livello di imbarbarimento possa mai arrivare la nostra società.
La russofobia che domina la politica ottusa della Polonia, rasenta la follia barbarica, recentemente hanno pure minacciato di richiedere i danni alla Germania, dimenticando di avere aderito all’Unione Europea di cui la Germania è Paese fondatore.
Mi auguro che vi sia, finora non vi è stata, una dura presa di posizione nei confronti della Polonia, altrimenti dovrei accettare di sentirmi sempre meno europeo in un’Europa che si rivela sempre più marcia dalle fondamenta.

loading...

via Disquisendo

loading...

SEGUICI SU FACEBOOK