LA DEMOCRAZIA E IL CAPITALISMO DEL LIBERO MERCATO SONO STATE FONDATE SU TEORIE DEL COMPLOTTO.

2

NEL 1967, LA CIA CONIÒ UN NUOVO TERMINE PER TUTTI COLORO CHE SFIDAVANO L’UFFICIALITÀ IN TOTO ANDANDO AL DI LÀ PER COMPRENDERE.
ESSI VENIVANO ETICHETTATI COME “TEORICI DEL COMPLOTTO” OVVERO COMPLOTTISTI.
LA DEMOCRAZIA E IL CAPITALISMO DEL LIBERO MERCATO SONO STATE FONDATE SU TEORIE DEL COMPLOTTO.

La Magna Carta, la Costituzione e la Dichiarazione d’Indipendenza e altri documenti,si sono basati su quelle che vengono definite come “teorie del complotto”.

La democrazia greca e il capitalismo del libero mercato si basavano anche su teorie del complotto.

Ma quelli erano i vecchi tempi,ora le cose sono cambiate.

La CIA ha coniato il termine “complottismo” nel 1967

Tutto è cambiato nel 1960.

In particolare, nel mese di aprile del 1967, la CIA ha scritto un comunicato sul nuovo termine coniato contenente dei metodi e dei “consigli” su come screditare tutti coloro che erano considerati complottisti.

Viene affermato quanto segue:

Questa nuova tendenza di opinione è motivo di preoccupazione per il governo degli Stati Uniti, tra cui la nostra organizzazione.
L’obiettivo di questa spedizione è quello di fornire materiale per contrastare e screditare le affermazioni dei teorici della cospirazione , in modo da inibire la circolazione di tali crediti in altri paesi.

Azione. Non è consigliabile che la discussione del “cospiratore/complottista” venga propagandata normalmente.

a.Se ciò viene fatto,bisogna far notare che queste teorie sono avallate solo da propagandisti. Il loro scopo è quello di usare la loro influenza per scoraggiare la speculazione infondata e irresponsabile. Bisogna perciò fare molta attenzione a livello giornalistico,a livello pubblicitario e con gli editori a maggior ragione quando sono presenti degli amichevoli contatti di “elite”.
b. Per utilizzare le attività di propaganda per confutare gli attacchi dei critici. Recensioni di libri ed articoli di approfondimento sono particolarmente adatti a questo scopo. La nostra manovra dovrebbe indicare, a seconda dei casi, che i critici sono (I) sposati a teorie adottate non sull’evidenza, (II) politicamente interessati , (III)finanziariamente interessati , (IV) frettolosi ed imprecisi nelle loro ricerche, ( V) infatuati dalle proprie teorie .

Per quanto riguarda i media e le discussioni non dirette a un particolare scrittore, o ad attaccare le pubblicazioni, i seguenti argomenti dovrebbero essere utili:

a. La Commissione ha ritenuto che non vi sia NESSUNA nuova e significativa evidenza emersa.
b. I critici di solito sopravvalutano oggetti particolari,ignorando altro. Essi tendono a porre maggiormente l’accento sui ricordi dei singoli testimoni (che sono meno affidabili e più divergenti, e quindi offrono più per la critica).
c. Quella definita “Cospiracy” sarebbe difficile da celare e mantenere nascosta in un paese come gli Stati Uniti.
d. I critici sono spesso allettati da una forma di orgoglio intellettuale: si scatenano su qualche teoria e si innamorano di essa.
f. Per quanto riguarda gli oneri della Commissione sull’urgente Report da stilare, il termine fissato originariamente, emerse tre mesi dopo. La Commissione ha cercato ad ogni modo di accelerare la sua segnalazione grazie alle pressioni e alle speculazioni irresponsabili degli stessi critici i quali,si rifiutavano di ammettere i propri errori spostando l’attenzione su altre e nuove critiche.
g. Le “accuse vaghe” come ad esempio “più di dieci persone sono morte misteriosamente”, possono sempre essere spiegate in qualche modo naturale. Il complottismo,il mistero,non esiste,e devono farlo credere a tutti i costi.

La cura,la completezza, l’obiettività e la velocità sono stati fattori ed elementi principali del lavoro della Commissione.

via Killuminati Soldiers

loading...

Potrebbe piacerti anche

I commenti sono chiusi.