George Soros, contrario alla elezione di Donald Trump, è colto da un’attacco d’ira

1

Cassandra Fairbanks – http://wearechange.org/

Il controverso miliardario,  George Soros, sostenitore di  Hillary Clinton  preso da un attacco d’ira verso Donald Trump , Mercoledì, si è riferito al presidente eletto come un ” potenziale dittatore“.

Soros, fautore estremo della globalizzazione, ha scritto il suo parere in un post sul blog Project Syndicate, afferma  che Trump sia una minaccia per il modello di società aperta che egli sostiene.

“Trovo il momento attuale della storia molto dolorosa”, ha scritto Soros. “Le società aperte sono in crisi, e varie forme di società chiuse – dalle dittature fasciste a stati di mafia – sono in aumento. Come è potuto accadere? L’unica spiegazione che posso trovare è che i leader eletti non sono riusciti a soddisfare le legittime aspettative e le aspirazioni degli elettori e che questo fallimento ha portato gli elettori al disincanto con le versioni prevalenti della democrazia e del capitalismo. Molto semplicemente, molte persone hanno ritenuto che le élite avevano rubato loro la democrazia “.

Soros ha definito, lo scopo di Trump,  come un “artista della truffa.”

“La democrazia è ora in crisi. Anche gli Stati Uniti, che detiene la leadership della democrazia  nel mondo, ha eletto come presidente un artista della truffa e aspirante dittatore. Anche se Trump ha attenuato la sua retorica da quando è stato eletto, non ha cambiato né il suo comportamento né i suoi consiglieri. Il suo gabinetto comprende estremisti incompetenti e generali in pensione. “

Soros ha inoltre affermato che “le minoranze prese di mira soffriranno“, e gli Stati Uniti saranno “preoccupanti le lotte interne.

Trump preferirà seguire i principi di difesa. Purtroppo, invece che, essere popolare con il suo elettorato”  ha scritto il donatore del PD.

Durante la stagione elettorale, Wikileaks ha rivelato una e-mail con oggetto ‘Disordini in Albania,’ che contiene un messaggio da Soros alla Clinton quando era Segretario di Stato. Il finanziere ha fatto valere il suo peso e ha dato ordini, all’ex First Lady, che ha eseguito.

Nella e-mail, Soros ha detto all’allora Segretario di Stato che “due cose devono essere fatte con urgenza.” Ha poi diretto il Segretario di Stato di “portare il peso della comunità internazionale a sostenere il Primo Ministro Berisha” e “nominare un funzionario europeo di alto livello come mediatore. ”

Clinton ha rispettato il comando, scegliendo Miroslav Lajcak – uno dei due funzionari suggeriti da Soros.

loading...

Potrebbe piacerti anche