Analista esperto: La Cina e la Russia non cederanno di fronte all’Ordine Mondiale imposto da Washington

2.656

Qualsiasi nazione che cerchi di sottrarsi all’Ordine Mondiale imposto da Washington sta di fatto sfidando l’egemonia statunitense, stima Dennis Etler, un professore di antropologia dell’Università Cabrillo della California, nel corso di un intervista rialsciata alla Press TV.

Il segretario alla Difesa statunitense James Mattis, ha allertato sul fatto che la Russia e la Cina stanno sfidando il dominio militare degli Stati Uniti grazie ai loro progressi tecnologici e che questo mette in pericolo l’ordine mondiale che viene imposto da Washington.
Mattis si è diretto, lo scorso 12 Giugno alla Commissione delle Forze Armate della Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti, ed ha annunciato “il ritorno ad una lotta di potere segnata da una risorgente ed aggressiva Russia ed una Cina più sicura di se stessa e che sta iniziando ad ergersi come superpotenza e questo mette in pericolo l’ordine internazionale”.

“L’aggressivo imperialismo degli Stati Uniti si è dimostrato palese con l’intervento pubblico del loro segretario alla Difesa”, avverte Etler.

Il professore mette in evidenza che “gli USA si arrogano il diritto di percorrere il mondo sfidando qualsiasi paese che non si conformi ai loro precetti e qualunque nazione che cerchi di proteggere la propria sovranità e sviluppare una difesa credibile per terra, per mare e per aria contro l’aggressività degli Stati Uniti che viene vista come una minaccia”.

Portaerei cinese

Etler è sicuro che “Mattis sia convinto che la Russia e la Cina debbano riconoscere la superiorità militare degli Stati Uniti se desiderano sviluppare una relazione positiva con i poteri egemonici “. Se non lo fanno, prosegue Etler, ” si trasformano in paria che debbono essere piegati”.

“Sono gli Stati Uniti ed i loro alleati che impongono sanzioni ed embarghi, destabilizzano intere nazioni, finanziano rivoluzioni ed intervengono militarmente per assicurarsi il controllo dell’ordione mondiale, non sono la Russia e la Cina a fare questo”. Sono gli Stati Uniti quelli che sfidano le altre nazioni nel loro territorio, non la Russia e la Cina”, afferma l’antropologo.

L’analista ricorda anche che, lontani dal riconoscere gli interessi strategici che possono avere la Russia e la Cina, gli Stati Uniti preferiscono sfidare le due nazioni e “non al contrario”.

Fonte: Press Tv

Traduzione e sintesi: Luciano Lago – Controinformazione

loading...

Potrebbe piacerti anche

I commenti sono chiusi.